Consigli e Guide

Cuscino per Allattamento, quale scegliere?

Il cuscino per allattamento è uno dei primi oggetti che viene acquistato dalle mamme, già durante la gravidanza, prima della nascita dei propri bimbi.

cuscino per allattamentoIl cuscino per allattamento è infatti particolarmente utile nei primi mesi del bambino per poterlo sorreggere nel corso dell’allattamento.

Come dicevamo però, molto spesso i cuscini vengono utilizzati già durante la gravidanza dalle mamme. Alcuni di questi cuscini, che hanno la funzione di cuscino gravidanza e allattamento, sono particolarmente versatili e possono essere utilizzati nel corso della gravidanza per ottenere delle posizioni più comode durante il sonno (ad esempio posizionandoli tra le gambe).

Un valido aiuto alla mamma durante l’allattamento

Dopo la nascita, non solo in caso di parto naturale, ma anche in caso di parto cesareo, quando diventa particolarmente faticoso e doloroso sorreggere il bimbo durante l’allattamento il cuscino può essere un valido aiuto per la mamma. Le prime settimane dopo il parto cesareo sono infatti ancora piuttosto faticose per la mamma. Il cuscino viene quindi posizionato intorno alla vita e su di esso il bambino trova un comodo appoggio durante l’allattamento.

cuscino allattamento utilizzi

Nei mesi successivi, quando il bambino diventa più grande il cuscino non sarà più necessario perché tenderebbe a sollevarlo un po’ troppo per raggiungere comodamente il seno.

Il cuscino per allattamento in quella fase diventerà un comodo aiuto per un sostegno “temporaneo” del bimbo.

I bimbi molto piccoli come sappiamo non sono in grado di sorreggersi da soli sulla schiena.

Nel momento del bisogno di un sostegno per il bimbo il cuscino per allattamento può essere un valido aiuto. Certamente si tratta di un aiuto e non di un supporto da utilizzare con continuità perché il cuscino per allattamento non è stato creato per quello scopo. In ogni caso è uno dei tanti strumenti validi per la mamma alle prese con mille faccende.

Anche quando i bimbi diventano più grandi il cuscino per allattamento resta un compagno dei loro giochi: il cuscino dove appoggiarsi mentre giocano o un gioco esso stesso.

Quali caratteristiche deve avere un buon cuscino per allattamento?

Giusta rigidità

Innanzitutto deve essere sufficientemente rigido da poter sostenere il bambino nella fase di allattamento senza deformarsi. Alcuni cuscini tendono infatti a deformarsi o a “affossarsi” laddove viene appoggiato il bambino rendendo estremamente scomoda la gestione del bambino e del cuscino nel corso dell’allattamento.

Il cuscino però non deve essere così rigido ovvero così duro da risultare scomodo per il bebè.

Sfoderabile

Un’altra caratteristica fondamentale del cuscino per allattamento è il fatto che questo sia sfoderabile. Molto presto il vostro cuscino sarà piuttosto sporco… quando i bimbi lo utilizzeranno per giocare il cuscino dovrà essere lavato molto spesso. E’ quindi fondamentale che possa essere sfoderato e che la sua fodera possa essere lavata in lavatrice. Naturalmente prediligeremo tessuti naturali come il cotone freschi e traspiranti.

Nei nostri successivi articoli vedremo anche una tipologia di cuscino particolarmente amato dalle mamme: quello in pula di farro.

Il cuscino in pula di farro è, a differenza degli altri cuscini per gravidanza e allattamento, imbottito con materiali naturali che lo rendono non soltanto un prodotto totalmente ecologico, ma anche anti acaro e con caratteristiche di termo-regolazione.

Questi sono i cuscini per allattamento che riteniamo più interessanti:

Dove acquistarli?

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *