come scegliere lo zaino per la scuola
Scuola Zaini

Come scegliere lo zaino per la scuola

Tra qualche giorno ricomincerà la ricerca degli zaini, degli astucci, dei diari e di tutto ciò che sarà il corredo scolastico dei nostri bimbi e ragazzi.
zainetto bimba

Scegliere correttamente uno zaino aiuta i nostri figli a trasportare il carico di libri e dizionari che sono necessari per le loro lezioni.

Come sappiamo l’eccessivo carico degli zainetti dovuto al peso di libri scolastici e dizionari è da qualche anno sotto accusa per i rischi legati a contratture o disturbi della colonna vertebrale.

Si immaginano da tempo zaini più leggeri grazie all’uso di pc portatili o di pc nelle aule scolastiche, ma nel concreto gli zaini dei ragazzi risultano ancora colmi di libri, dizionari, etc.

Vediamo dunque come deve essere realizzato uno zaino affinché possa essere sufficientemente solido e comodo.

Quali caratteristiche deve avere uno zaino per la scuola?

Lo schienale rinforzato

Lo schienale dello zainetto deve essere realizzato con una struttura rigida, generalmente si tratta di polietilene espanso termoformato.

Uno schienale rigido aiuta infatti a mantenere il contenuto dello zaino nella posizione corretta ed a scaricare correttamente il peso sulle bretelle. Inoltre permette di attutire i colpi, ad esempio durante una corsa verso la scuola.

Gli schienali più innovativi sono realizzati con lo schienale rigido ma traspirante per evitare che la schiena possa bagnarsi a causa del sudore. Esistono inoltre schienali a semplice forma rettangolare oppure schienali anatomici.

zainetto scuola
Credit: Matteo Sorba

La base rinforzata

Anche la base dello zainetto è auspicabile che sia realizzata con una struttura rigida, analoga a quella che va a costituire lo schienale.

Una base rigida permette infatti di scaricare meglio il peso del contenuto dello zaino sullo schienale e dunque sulle bretelle.

Una base non rigida tenderà a scivolare verso il basso rendendo più scomodo e faticoso il trasporto dei libri. Inoltre una base non rigida reggerà meno bene il peso dei libri rischiando di rompersi e causerà lo spostamento dei libri all’interno rovinandoli.

Le bretelle

Uno spessore delle bretelle piuttosto ampio (almeno 4 cm) permette di distribuire meglio il carico sulle spalle (una bretella stretta fa pressione in un solo punto molto ristretto).

Meglio se le bretelle risultano imbottite e ben regolabili (ovvero regolabili fino alle dimensioni del corpo del bambino).

La cintura addominale

Purtroppo pochi modelli di zaino scolastico sono dotati di cintura addominale eppure questa permette di sostenere meglio il peso dello zaino, sempre che venga allacciata correttamente ovvero facendo in modo che lo schienale sia ben aderente alla schiena.

Le bande riflettenti

La presenza di bande riflettenti sullo zaino può rappresentare una sicurezza in più nelle buie giornate invernali. Anche in zone scure o buie la presenza del bambino sarebbe evidente alle auto in transito grazie alla presenza di tali bande.

La dimensione

Lo zaino deve essere un po’ come un abito e dunque non eccessivamente grande per bambini delle elementari.

Meglio se la base dello zaino, ben regolato nella lunghezza delle bretelle, non supera l’altezza delle anche.

Il  peso

Anche il peso dello zaino contribuisce al peso globale che dovrà essere trasportato dal bambino. Dunque dopo aver verificato la presenza degli elementi essenziali può essere utile verificarne anche il peso.

La maniglia

La maniglia deve essere robusta in maniera tale da non rompersi sotto il peso dei libri.

Gli scomparti

Se lo zaino è dotato di uno scomparto di separazione interno ciò permetterà di mantenere il contenuto più compatto anche nel caso in cui lo zaino non sia particolarmente pieno e dunque eviterà che i libri, spostandosi, possano rovinarsi.

Il tessuto

Il tessuto deve essere resistente per evitare rotture o strappi sotto il peso dei libri. Controllate anche il tessuto degli scomparti interni che, se in tela leggera, potrebbe facilmente strapparsi o rompersi.

Un tessuto lavabile, eventualmente anche in lavatrice, renderà le operazioni di pulizia più semplici.

 zainetti

Quali altre caratteristiche è opportuno verificare prima di acquistare lo zaino e come va usato.

Altre caratteristiche da non sottovalutare

Attenzione ai dettagli

Nell’acquisto di uno zainetto è sempre meglio far attenzione anche ai dettagli se non si vogliono avere brutte sorprese.

Ad esempio uno zaino con le zip non ricoperte da tessuto (ad esempio quelle sulla tasca esterna) rischia di far penetrare l’acqua nello zaino stesso in giorni di forte pioggia.

Allo stesso modo negli zaini con patella frontale i libri devono essere protetti dall’acqua attraverso una protezione  interna in tessuto di nylon che viene chiuso con un laccio.

Infine cuciture sciatte o bordi non ben rifiniti posso essere rivelatori di una manifattura scadente.

L’uso

Una volta che sia stato scelto il tipo di zaino preferito e più adatto alle esigenze del bambino è importante che siano rispettate alcune regole per il suo corretto uso.

Il peso

Una circolare del Consiglio Superiore di Sanità raccomanda di non caricare lo zainetto di un peso superiore al 10 – 15% del peso corporeo del bambino. Ad esempio per un bimbo di prima elementare lo zaino non dovrebbe superare i 2,5 kg e per un bimbo di quinta elementare non dovrebbe superare i 4 Kg (anche se tutto dipende dal peso del bimbo).

Come caricarlo

E’ sempre meglio caricare lo zaino posizionando i libri più pesanti vicino allo schienale, sarà più agevole trasportarlo (si eviterà l’effetto “leva” ovvero uno sbilanciamento all’indietro).

Se lo zaino è dotato di scomparti disporre il contenuto in maniera tale che risulti sufficientemente compatto. Si eviterà così che durante il trasporto i libri possano scompaginarsi e rovinarsi.

Evitare per quanto possibile di sovraccaricare lo zaino con materiale non necessario che ne aumenta ulteriormente il peso.

Come trasportarlo

Lo zainetto dovrà essere trasportato usando entrambe le bretelle, meglio evitare di portarlo su una sola spalla come viene spesso fatto.

Dovrà essere utilizzata, laddove presente, la cintura addominale e l’altezza delle bretelle dovrà essere correttamente regolata (controllando che abbiano la stessa lunghezza).

La corsa con lo zainetto in spalla rischia di provocare forti colpi alla schiena a causa del “rimbalzo” dello zainetto sulla schiena.

Lo zaino trolleyzaino trolley

Infine una occhiata ai modelli dotati di ruote ovvero agli zaini trolley.

L’invenzione dello zaino trolley ha sicuramente permesso di alleggerire le schiene dei ragazzi consentendogli di trasportare lo zaino trascinandolo.

E’ importante però anche in questo caso seguire qualche indicazione.

Gli zaini trolley, proprio perché dotati di una struttura atta al trasporto con ruote, sono più pesanti dei normali zaini, pertanto è meglio utilizzarli esclusivamente come trolley e non per trasportarli a spalla.

Inoltre la presenza di aste rigide nello schienale del trolley, se non bene ammortizzate dallo schienale stesso, potrebbero dare fastidi alla schiena.

Esistono infine degli zaini dotati di una base con manico staccabile che permette di utilizzarli sia nella maniera più classica che come trolley.

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *