25 settimana di gravidanza
Calendario Gravidanza

25a settimana di gravidanza

Una volta entrate nella 25a settimana di gravidanza, siete ormai oltre la metà del sesto mese. La data del parto si fa sempre più vicina!

In questa settimana, il piccolo inizia ad esplorare con le sue manine quello che lo circonda. Infatti, comincia a tastare per toccarsi il volto, ma anche i piedini e lo spazio intorno a lui.

Il suo cervello continua a crescere e si sviluppano anche i nervi ottici: il bambino è adesso in grado di ruotare la testa in reazione ai lampi di luce.

A questo punto della gravidanza, i suoi organi genitali sono ormai completamente sviluppati, mentre i polmoni continuano a maturare. Inoltre, le narici, che finora erano tappate, adesso iniziano ad aprirsi.

Per di più, il midollo osseo inizia a produrre globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Grazie ai globuli bianchi, il bambino inizia a costruirsi le prime difese immunitarie. A contribuire alla costruzione di queste difese, una volta che il bambino sarà nato, ci saranno anche gli anticorpi presenti nel latte materno e nel colostro.

La futura mamma, invece, potrebbe iniziare a sentire le dita e i palmi delle mani intorpidite e formicolanti. Questo succede perché la ritenzione dei fluidi e l’aumento del volume sanguigno vanno a fare pressione sui nervi della mano.

Muscoli pelvici

Spesso si tende a trascurare i muscoli della zona pelvica, ma in questo momento sono davvero importanti. Per questo motivo è necessario che, a questo punto della gravidanza, la mamma impari ad allenarli a dovere, attraverso degli appositi esercizi. Stiamo parlando dei cosiddetti esercizi di Kegel.

In cosa consistono? E’ molto semplice! Innanzitutto bisogna svuotare la vescica. Dopodiché, bisogna stringere i muscoli pelvici e mantenerli contratti per 5 secondi. Bisogna poi rilassare i muscoli per 10 secondi e ripetere.

Le contrazioni di Braxton-Hicks

In questo periodo, potrebbero comparire le cosiddette contrazioni di Braxton-Hicks. Si tratta di contrazioni non dolorose, che hanno il compito di aiutare l’utero ad adattarsi al momento del parto. Esse variano di intensità, sono irregolari e durano solo pochi minuti.

Normalmente, queste contrazioni non sono pericolose e quindi non c’è motivo di preoccuparsene. Tuttavia, è consigliabile avvertire sempre il proprio medico quando si presentano, avendo cura di descrivere tutti i sintomi in maniera dettagliata.

 

Sintomi della 25a settimana di gravidanza

I sintomi più comuni:

  • Aumento di peso sempre più evidente
  • Contrazioni preparatorie al parto
  • Affaticamento
  • Mani formicolanti/intorpidite
  • Insonnia
  • Bruciore di stomaco
  • Mal di schiena
  • Difficoltà respiratorie

Gravidanza 25 settimane: cosa fare e cosa non fare

Ecco alcuni consigli per quanto riguarda i comportamenti da adottare durante la venticinquesima settimana di gravidanza:

  • Adottare un regime alimentare sano: E’ importante mangiare in modo sano ed equilibrato, ricordando di bere molta acqua e di assumere abbastanza fibre, ferro e vitamina C.
  • Iniziare esercizi di respirazione: Questo è il momento migliore per iniziare ad attuare gli esercizi di controllo della respirazione, poiché potrebbero rivelarsi particolarmente utili al momento del parto.
  • Corso preparto: Se non lo avete ancora fatto, sarebbe opportuno prendere in considerazione l’idea di iscrivervi ad un corso preparto, soprattutto se si tratta della prima gravidanza.
  • Mantenere una buona igiene orale: Mantenere una buona igiene orale va sempre fatto, ma ora in particolare. Ricordate di sottoporvi a regolari controlli dal dentista, in modo da evitare carie e infezioni che potrebbero comportare danni per il bambino.
  • Svolgere attività fisica: Fare un po’ di moto è assolutamente consigliato, anche in gravidanza. In questo modo, potrete ottenere molti benefici per la circolazione, per la pressione sanguigna e per mantenere sotto controllo il peso. Inoltre, visto che il moto aiuta ad alleviare lo stress, anche il vostro umore ne risentirà positivamente. Naturalmente, bisogna praticare attività sportive “dolci”, come ad esempio camminare, nuotare o andare in bicicletta. Saranno invece da evitare gli sport che comportano uno sforzo eccessivo, così come il rischio di cadute e di possibili traumi all’addome.
  • Attenzione alle smagliature: Prendersi cura del proprio corpo, massaggiando seno e pancia con oli o lozioni nutrienti , sarà utilissimo per aiutare la pelle a rimanere elastica, prevenendo le smagliature.

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *